mercoledì 26 ottobre 2011

TWP - SPECCHIERA(con)SMALTO/PM#4

Ormai avete imparato che la storia più vecchia del mondo è quella di stendere un bello strato di vernice dato bene sulle cose per ottenere risultati strabilianti.


Foto di Federico Cantini

In questo angolo accanto alla segreteria/reception di Percorsi Musicali forse i vari elementi litigano un po' visivamente tra di loro, ma l'immagine nel suo complesso rappresenta un'ottima vetrina e riassunto del lavoro-cijecam.




La poltrona di cartone, che ormai tutti conoscete, e una specchiera da comò un po' kitsch anni '70 tinta in fucsia ultra-glossy. Carattere, glam e ironia da due materie prime (il cartone da scatola e il vecchio mobile) che avremmo destinato al cassonetto senza passare dal via, se mi concedete la metafora Monopoliana! :)

10 commenti:

  1. Simpatico e ironico il tutto ma...ci hai passato qualcosa sulla poltrona per bloccare la polvere che fa la carta? Sai, soffro di asma.

    RispondiElimina
  2. La carta fa polvere?! Mah dovremmo farla testare alle tester! :)

    RispondiElimina
  3. mi piace quel tono di fucsia e la poltrona è splendida.. ma quanto tempo ti è costato assemblarla?
    io temo che entrerei nella terza/quarta età se mi mettessi a farne una!

    RispondiElimina
  4. ...quasi quasi recupero lo specchio della suocera...

    RispondiElimina
  5. Laura fu un vero disperato lavoraccio :D, come puoi leggere al post!!

    RispondiElimina
  6. Ma dal mio blogger preferito non potevo aspettarmi nulla di meglio ihih...:-)

    RispondiElimina
  7. vEDO SOLO OGGI QUESTO BLOG E LO SPECCHIO MI HA ENTUSIASMATO PER LA FORMA E PER IL COLORE. BRAVO ! Marisa Rauccio

    RispondiElimina
  8. FANTASTICO!!! SPERO DI AVERE TEMPO PER "SPULCIARE " IL TUO BLOG!!!...E' ENTUSIASMANTE!!!

    RispondiElimina
  9. Laura... Benvenuta! Ti ringrazio davvero! :)

    RispondiElimina